La data del testamento è un requisito di validità dell’atto

Validità del testamento - avvocato studio legale monselice este montagnana abano terme conselve cartura albignasego selvazzano solesino padova rovigo
La data del testamento olografo è un requisito di forma essenziale, previsto a pena di nullità.
Ma è possibile indicare la data per relationem a un evento futuro ed incerto ?
La Cassazione civile Sez. II, 11-11-2015, n. 23014 si è espressa negativamente.
Dalla sentenza sono state tratte le seguenti massime:
  1. “Il testamento olografo è annullabile per difetto di data, qualora contenga l’affermazione che il testatore l’ha redatto nello stesso giorno di un evento futuro incerto (nella specie, il proprio suicidio)”.
  2. “Qualora la scheda testamentaria sia priva della data e il testatore vi affermi che è stata redatta nel giorno di un evento futuro ed incerto (nella specie, il proprio suicidio), il testamento olografo è annullabile per difetto di data”.
  3. “Il carattere di requisito di “forma” proprio della data del testamento olografo fa si che, ai fini della validità del negozio, ciò che conta è che sulla scheda testamentaria vi sia una data scritta di pugno dal testatore o che essa sia comunque ricavabile – nella sua completezza di giorno, mese e anno – dal contenuto della scheda testamentaria (come nel caso in cui essa contenga dati o indicazioni equipollenti), senza che possano rilevare elementi estranei all’atto, ricavabili aliunde; non rileva invece – ai fini della validità del testamento – che la data apposta sulla scheda testamentaria sia anche veritiera. La legge (art. 602, comma 3, c.c.), infatti, non ammette la prova della non veridicità della data apposta sulla scheda testamentaria, se non nei casi in cui “si tratta di giudicare della capacità del testatore, della priorità di data tra più testamenti o di altra questione da decidersi in base al tempo del testamento”. Perciò, coerentemente al carattere di requisito di “forma” proprio della data del testamento olografo, la falsità di tale data non costituisce, di per sé, causa di annullabilità del testamento; mentre costituisce causa di annullamento del testamento olografo la mancanza (o l’incompletezza) della data, che può essere fatta valere anche se non si controverta sulla capacita del testatore, sulla priorità di data fra più testamenti o su altre questioni da decidersi in base all’accertamento del tempo in cui l’olografo fu redatto”.

HAI UN DUBBIO IN QUESTA MATERIA ?

Vuoi fare una domanda ?

Chiedi un appuntamento in studio o un confronto per e-mail.

Prenota ora !